Carcassonne > Catarismo
l Catarismo fu una religione molto attiva in Europa nell' XI, XII e XIII secolo. Aveva le proprie basi nei testi evangelici, e in particolare nel testo di San Giovanni.

I Catari erano cristiani, ma differenti dai cattolici romani per una dualistica interpretazione del mondo. Per essi Dio creava l'eternitÓ e lo spirito, mentre il tempo e la vita materiale erano creazioni del Diavolo. L'anima umana per i Catari era divina. Il corpo era al contrario la prigione dell'anima ed perci˛ diabolico. Il Battesimo o "consolazione" era l'unico sacramento che veniva praticato dai Catari; esso rivelava all'Uomo la sua natura divina.

Una religione senza chiesa nÚ croce

I preti Catari non erano numerosi, ma molto attivi. Durante l'etÓ dell'oro del Catarismo in Linguadoca, ai credenti era permesso diventare "buoni Cristiani" dopo un lungo percorso religioso, a seguito del quale potevano predicare e celebrare il Battesimo cataro. La loro missione era l'evangelizzazione della popolazione. Furono meglio conosciuti con il nome di "Perfetti". Vivevano tra la gente dei villaggi. Il Catarismo ignorava i luoghi della memoria, chiese o cappelle, rifiutava le decorazioni, le sculture, ma aprivano delle "Case", che erano allo stesso tempo orfanotrofi e scuole.

La povertÓ come modo di vivere

I "Buoni Cristiani" organizzavano le proprie vite rifacendosi ai principi della Chiesa originaria. Rifiutavano il potere materiale, lavoravano tutti, anche la gente appartenente alla nobiltÓ; osservavano le "regole della veritÓ" e la castitÓ; non bestemmiavano, non osservavano i sacramenti (o non giuravano?), non uccidevano uomini o animali, non mangiavano la carne. Inoltre, l'assenza di una forte gerarchia sociale e il ruolo importante garantito alle donne che beneficiavano di uno status pari a quello degli uomini, distinguevano i Catari dagli altri Cristiani.

Il Catarismo nell'Europa Occidentale

Nel XII secolo la chiesa Cattolica Romana dominava l'Europa Occidentale senza condividere con alcuno il proprio potere. Il Papa era allo stesso tempo capo spirituale e temporale ; il potere dei re era dichiarato e garantito dagli stessi Papi in Francia, in Inghilterra, in Spagna ove i Mori erano confinati nelle terre meridionali. Questa societÓ era rigidamente organizzata in tre ordini, che avevano ognuno un ruolo definito : il clero pregava e stimolava la vita religiosa ; i nobili andavano alla guerra (facevano la guerra, detenevano il potere militare), avevano la responsabilitÓ di amministrare la giustizia e dominavano il potere economico e quello politico, inoltre era loro proibito lavorare con le proprie mani, gli uomini comuni avevano invece la responsabilitÓ del lavoro, in primo luogo si occupavano dell'agricoltura.

Un importante sistema di tassazione permetteva ai nobili e al clero di raccogliere la ricchezza risultante dall'imposizione sui loro vasti domini. Nell'Europa medievale che si stava organizzando e stava arricchendosi, la dottrina dei Catari che predicavano la povertÓ, il lavoro di tutti, l'assenza dei sacramenti (e dei giuramenti ad essi connessi), rappresentava un pericolo reale per l'ordine stabilito. Il Catarismo sedusse credenti di tutta Europa, e particolarmente in Occitania (sud-ovest della Francia), ove comunitÓ locali di Catari si svilupparono spesso godendo l'amicizia di nobili locali.

La crociata contro il Catarismo

 

Desiderio di purezza e Amore di Dio. Un'anima divina in un corpo diabolico